1. FAQ

FAQ

Come si scrive un regolamento?

Il regolamento di un concorso a premi deve riportare:

  • Denominazione del contest
  • Ragione sociale completa del Promotore e, se presenti, degli Associati;
  • Periodo di svolgimento del concorso e data di verbalizzazione vincite;
  • Destinatari del contest
  • Territorio
  • Modalità di partecipazione
  • Modalità di assegnazione premi
  • Elencazione premi in palio e loro valore (con relativo montepremi complessivo)
  • Eventuali esclusioni alla partecipazione
  • Modalità di avviso dei vincitori
  • Onlus scelta per la devoluzione dei premi eventualmente non assegnati
  • Mezzi/modalità di comunicazione del concorso al pubblico
  • Informazioni in merito all’ubicazione del server di gestione del contest
  • Info se la Società Promotrice intende o meno esercitare il diritto di rivalsa della ritenuta alla fonte del 25% prevista dall’art. 30 del D.P.R. n.600 del 29/9/73
  • informazioni relative al trattamento dei dati personali forniti dai partecipanti (privacy)

Quando NON serve il regolamento?

Per manifestazioni escluse dalla normativa in base all’art.6 del DPR 430/01 Puoi leggere un approfondimento a riguardo sul blog di Leevia.

Posso organizzare un concorso a premi direttamente su Facebook?

Risposta semplice: NO.

Secondo il DPR 430/2001 (art. 1 – comma 6) le manifestazioni a premi devono essere effettuate “nel territorio dello Stato” e questa specifica va considerata anche se si intende organizzare un concorso a premi online. Nel dettaglio ne consegue che i server di raccolta dati degli utenti devono essere tassativamente posizionati su territorio italiano, oppure in alcuni casi è consentito che i dati vengano copiati in tempo reale su un server italiano con un sistema detto di mirroring. Quando si parla di “dati degli utenti” parliamo di dati sensibili come nome e cognome, e-mail, numero di telefono e così via. Quindi, per essere a norma di legge, quando si lancia un concorso a premi online, questi dati non possono essere raccolti ed immagazzinati su un server con sede fisica in un territorio differente da quello italiano. Di conseguenza, essendo i server di Facebook situati al di fuori dell’Italia, non è possibile organizzare un concorso a premi direttamente sul social network. Lo stesso vale, ovviamente, anche per gli altri social, come Instagram, LinkedIn e Twitter. Per approfondire gli aspetti legati alla normativa ti consigliamo di leggere questa guida.

Regolamento e burocrazia, ve ne occupate voi?

Grazie alla nostra esperienza nell’ambito dei concorsi a premio, possiamo occuparci noi di tutta la parte burocratica, se lo vuoi.
Per maggiori informazioni sui servizi di Leevia puoi prenotare una call gratuita con uno dei nostri consulenti a questo indirizzo.

Cosa fare al termine del contest?

Il tuo contest verrà chiuso automaticamente nella data e ora indicata in fase di setup nella sezione “Informazioni di base”. La pagina del contest resterà accessibile e visibile, ma gli utenti non potranno più partecipare. A questo punto riceverai la lista completa dei partecipanti.
Se il contest rientra all’interno della normativa relativa alle manifestazioni a premio (DPR 430/01), i passaggi previsti sono:

  • Assegnazione vincite e redazione del relativo verbale con un Notaio o Funzionario della Camera di Commercio competente (estrazione vincitori, giuria, etc.);
  • Contatto vincitori e consegna dei premi entro 180 giorni dall’assegnazione;
  • Raccolta tutte le prove di consegna dei premi (bolle di spedizione, liberatorie, prenotazioni viaggi, etc.);
  • Redazione del verbale di chiusura con un Notaio o Funzionario della Camera di Commercio competente;
  • Invio del verbale di chiusura con firma digitale al Ministero dello Sviluppo Economico tramite il modello Prema CO/2.

Devo obbligatoriamente allegare una privacy policy al mio contest?

Sì, in caso contrario il contest non potrà essere pubblicato.

Siete in regola con la GDPR?

Certo! Trovi tutte le informazioni su come abbiamo gestito l’arrivo della GDPR sulla nostra pagina dedicata.